Vicenza

Nati dall'antica sapienza dei vignaioli vicentini, questi vini sanno stupire ed emozionare perché portano dentro di sé il valore di un territorio, quello vicentino nel senso più ampio del termine, dall'area berica alla zona pedemontana, da sempre vocato alla tradizione vitivinicola. L’area della DOC Vicenza, nella sua parte collinare, è caratterizzata da suoli di origine vulcanica che conferiscono ai vini particolari sensazioni di freschezza e mineralità. Queste peculiarità danno ai vini anche una notevole longevità, la quale consente lo svilupparsi, col passare degli anni, della loro struttura e potenziale aromatico.

Vicenza appartiene dal 1994 al Patrimonio Mondiale dell'UNESCO grazie al fatto che, nella sua storia, è stata arricchita di opere d'arte, come la Basilica, di origini medievali e ristrutturata dal Palladio nel '500, e molti altri edifici su cui il celebre architetto pose la sua firma. Alle porte della città si può visitare anche la famosa “Rotonda”.

I vini bianchi che fanno parte della D.O.C. sono: Vicenza Bianco (anche nelle versioni frizzante, spumante e passito), Vicenza Chardonnay, Vicenza Chardonnay spumante, Vicenza Garganego (da uve di Garganega), Vicenza Garganego spumante, Vicenza Pinot bianco, Vicenza Pinot bianco spumante, Vicenza Pinot grigio, Vicenza Manzoni bianco, Vicenza Riesling (da Riesling renano e/o Riesling Italico), Vicenza Sauvignon, Vicenza Moscato e Vicenza Moscato spumante (da Moscato bianco e/o Moscato giallo).

I vini rossi della D.O.C. sono: Vicenza Rosso, Vicenza Cabernet (da Cabernet franc, Cabernet Sauvignon e Carmenère), Vicenza Cabernet Sauvignon, Vicenza Merlot, Vicenza Pinot nero e Vicenza Raboso (tutti anche in versione riserva), Vicenza rosato e Vicenza novello.

Vino Doc Vicenza Vitigni: uve provenienti dai corrispondenti vitigni per almeno l'85%, possono concorrere fino a un massimo del 15% le uve di altri vitigni di colore analogo non aromatici raccomandati o autorizzati per la provincia di Vicenza. La elaborazione dei vini spumanti e frizzanti deve avvenire solo all'interno del territorio della regione Veneto. I vini “Vicenza” rosso Merlot, Cabernet Sauvignon, Pinot nero, Raboso e Cabernet, designati con la qualifica “Riserva” devono essere sottoposti ad un periodo di affinamento obbligatorio di almeno due anni, di cui almeno 3 mesi in botti di legno a partire dal 1° novembre dell'annata di produzione delle uve.

“Vicenza” Chardonnay: colore giallo paglierino con riflessi verdognoli; odore delicato, caratteristico, fine, gradevole; sapore secco, armonico; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol.

“Vicenza” Garganego: colore giallo paglierino; odore leggermente vinoso, con delicato profumo caratteristico; sapore asciutto, delicatamente amarognolo, di medio corpo e giusta acidità, armonico; titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.

“Vicenza” Riesling: colore giallo paglierino con riflessi verdognoli; odore delicato, fruttato, caratteristico; sapore asciutto, caratteristico; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol.

“Vicenza” Sauvignon: colore giallo paglierino più o meno intenso; odore delicato, tendente all'aromatico; sapore asciutto, fresco, armonico, caratteristico; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol.

“Vicenza” Manzoni bianco: colore bianco paglierino chiaro con riflessi verdognoli; odore delicatamente intenso, caratteristico; sapore armonico, pieno; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol.

“Vicenza” Pinot bianco: colore paglierino chiaro; odore delicatamente intenso; sapore armonico, pieno, vellutato; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol.

“Vicenza” Pinot grigio: colore dal paglierino al giallo dorato, talvolta con riflessi ramati; odore delicato, gradevole; sapore secco, armonico e vellutato; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol.

“Vicenza” Moscato: colore giallo paglierino più o meno intenso; odore intenso e caratteristico di moscato; sapore da amabile a dolce intenso e caratteristico di moscato; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol.

“Vicenza” Chardonnay spumante: spuma sottile con grana fine e persistente; colore paglierino brillante più o meno intenso; odore gradevole, caratteristico; sapore secco, fine, fruttato; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol. Elaborato nei tipi: “extra brut”, “brut”, “extra dry”, “dry” o “demi sec”.

“Vicenza” Garganego spumante: spuma sottile con grana fine e persistente; colore paglierino brillante più o meno intenso; odore gradevole, caratteristico; sapore da secco ad amabile, fresco, fine; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol. Elaborato nei tipi: “extra brut”, “brut”, “extra dry”, “dry” o “demy sec”.

“Vicenza” Pinot bianco spumante: spuma sottile con grana fine e persistente; colore paglierino brillante più o meno intenso; odore gradevole, caratteristico; sapore sapido, armonico; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol. Elaborato nei tipi: “extra brut”, “brut”, “extra dry”, “dry” o “demy sec”.

“Vicenza” Moscato spumante: spuma sottile con grana fine e persistente; colore paglierino brillante; odore gradevole, caratteristico; sapore da secco a dolce, fruttato; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol.

“Vicenza” Cabernet: colore rosso rubino carico talvolta tendente al granato; odore gradevole intenso, caratteristico; sapore asciutto caratteristico; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol e 12,00% vol nella versione riserva.

“Vicenza” Cabernet Sauvignon: colore rosso rubino carico, talvolta tendente al granato; odore gradevole intenso, caratteristico; sapore asciutto, caratteristico; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol e 12,00% vol nella versione riserva.

“Vicenza” Merlot: colore rosso rubino; odore vinoso, piacevolmente intenso, caratteristico; sapore armonico morbido; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol e 12,00% vol nella versione riserva.

“Vicenza” Pinot nero: colore rosso rubino; odore profumo delicato; sapore asciutto, sapido; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol e 12,00% vol nella versione riserva.

“Vicenza” Raboso: colore rosso rubino più o meno intenso, talvolta con riflessi violacei; odore vinoso, piacevolmente intenso, caratteristico; sapore armonico, di corpo; titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol e 11,50% vol nella versione riserva.

“Vicenza” bianco: colore giallo paglierino anche carico; odore vinoso, delicatamente intenso; sapore asciutto o rotondo, fresco; titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.

“Vicenza” bianco frizzante: colore giallo paglierino; odore caratteristico, gradevole; sapore da secco ad amabile, fruttato; titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.

“Vicenza” bianco spumante: spuma sottile, con grana fine e persistente; colore paglierino brillante più o meno intenso; odore caratteristico, gradevole; sapore da secco a dolce, fruttato; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol.

“Vicenza” passito: colore da giallo paglierino a giallo dorato; odore caratteristico di passito, fine, gradevole; sapore amabile o dolce, armonico; titolo alcolometrico volumico totale minimo 13,00% vol.

“Vicenza” rosso: colore rosso rubino più o meno intenso; odore vinoso; sapore asciutto, armonico, robusto, giustamente tannico; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol e 12,00% vol nella versione riserva.

“Vicenza” rosato: colore rosato più o meno intenso; odore leggero gradevole; sapore da secco ad amabile, fruttato; titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.

“Vicenza” rosato frizzante: colore rosato più o meno intenso; odore leggero gradevole; sapore da secco ad amabile, fruttato; titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.

“Vicenza” novello: colore rosso rubino talvolta con riflessi violacei; odore vinoso intenso fruttato; sapore rotondo, sapido, morbido; titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,00% vol.

Il Vicenza Doc Bianco si abbina a riso con anguilla, asparagi e cozze. Va servito in calici flûte a temperatura di 6-8°C. La versione Rosso va degustata con il formaggio ubriaco, ma anche con Asiago e Piave, pasta e fagioli o polenta e osei, in calici bordolesi alla temperatura di 16-18°C. Il Rosato va servito con soppressa vicentina, Monte Veronese, Piave e polenta, in calici di media capacità a tulipano ampio a una temperatura di 12-14°C.