Soave Superiore

La Docg Soave Superiore, già riconosciuta come Doc nel 1968, è riservata ai vini bianchi Soave Superiore, anche nelle tipologie Classico e Riserva, prodotti nell'area collinare dei comuni intorno a Verona. Le ipotesi sull'origine del nome di questo vino sono ammantate di leggenda; una di queste si rifà addirittura a Dante Alighieri, grande amico del signore di Verona, Cangrande della Scala. Le testimonianze sulla qualità di questo vino, comunque, si susseguono nel corso dei secoli, fino a risalire a Cassiodoro che ne tesseva le lodi raccomandandolo all'imperatore Teodorico. In tempi più recenti, il Soave è stato uno dei vini più apprezzati dal poeta Gabriele D'Annunzio che, gustandolo, affermò: "è il vino della giovinezza e dell'amore''. La zona di produzione comprende il medesimo territorio collinare del Recioto di Soave Docg, e cioè parte dei comuni di Soave, Monteforte d’Alpone, San Martino Buon Albergo, Mezzane di Sotto, Roncà, Montecchia di Crosara, San Giovanni Ilarione, Cazzano di Tramigna, Colognola ai Colli, Caldiero, Illasi e Lavagno in provincia di Verona. Il Soave Superiore si coltiva sulle colline di Soave e Monteforte d'Alpone, vasta area caratterizzata da terreni a sedimenti alluvionali non calcarei, con tutte le rocce vulcaniche. La tessitura è limosa argillosa.

Nella denominazione con menzione Classico i vigneti sono posti sulla Collina del Soave Classico, una particolare area diversa dalle altre per terreno, pendenze ed esposizioni. Il suolo ha colore scuro, originato da zone basaltiche.

 Vitigno

Garganega per almeno il 70%, e per il rimanente uve dei vitigni Trebbiano di Soave (nostrano), Pinot Bianco e Chardonnay. In tale ambito del 30%, e fino ad un massimo del 5%, possono altresì concorrere le uve provenienti dai vitigni a bacca bianca non aromatiche autorizzati e raccomandati per la provincia di Verona.

 Caratteristiche 

Aspetto

Colore giallo paglierino, a volte intenso con possibili riflessi verdi e oro.

Profumo

Ampio, caratteristico floreale.

Gusto

Pieno e delicatamente amarognolo, nei prodotti maturati in legno il sapore può essere più intenso e persistente, anche con note di vaniglia.

Gradazione

La gradazione alcolica minima è pari a 12,00% vol; per la tipologia Riserva è pari a 12,50% vol.

Età ottimale

Il Soave Superiore e il Soave Superiore Classico devono essere immessi al consumo solo dopo un periodo di affinamento in bottiglia di almeno 3 mesi e comunque non prima del 31 marzo successivo alla vendemmia. Il vino con la qualificazione Riserva deve essere sottoposto ad un periodo di affinamento obbligatorio di almeno 2 anni, di cui almeno 3 mesi in bottiglia, a partire dal 1° novembre dell’annata di produzione delle uve.

 

 Zona di produzione

 Tipologie

  • Soave Superiore
  • Soave Superiore Classico
  • Soave Superiore Riserva

 Calice e servizio

Va servito alla temperatura di 10°C circa, in calici di media capacità a tulipano svasato.

 

 

 

 

 Abbinamento con i cibi

Un ottimo vino per accompagnare aperitivi, primi piatti, secondi piatti a base di pesce e di carni bianche, il suo sapore si abbina bene con i formaggi.