Riviera del Brenta

La Riviera del Brenta è un insieme di contrade e di angoli verdi sorti lungo l'antico corso del fiume Brenta che unisce Padova a Venezia. Il corso d’acqua del Naviglio rivestì un importante ruolo come via di comunicazione tra la laguna di Venezia e il padovano. L'area è caratterizzata dalla presenza di moltissime Ville del Brenta, costruite tra il XVI e il XVIII secolo dalle famiglie patrizie veneziane, che testimoniano la potenza aristrocatica dell'epoca. La Riviera del Brenta è caratterizzata da un’antica tradizione vitivinicola che risale addirittura all’epoca imperiale romana. Quest’ultima si è poi diffusa soprattutto nel periodo d’oro della Repubblica di Venezia, in cui la produzione del vino della Riviera del Brenta, veniva utilizzata, sia per uso interno sia per il commercio nelle terre di loro conquista mercantile, in quanto divenne uno dei principali prodotti di scambio con le città di Padova e di Venezia che lo commercializzarono nei porti del Mediterraneo.

La zona di produzione delle uve atta alla produzione dei vini a Doc “Riviera del Brenta”, comprende le aree viticole del bacino del fiume Brenta ricadenti in tutto o in parte del territorio delle seguenti provincie di Venezia e Padova. Padova: Campagnalupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Dolo, Fiesso d’Artico, Fossò, Martellago, Mira, Mirano, Noale, Pianiga, Salzano, S. Maria di Sala, Scorzè, Spinea, Stra, Venezia, Vigonovo. Venezia: Cadoneghe, Campo S. Martino, Campodarsego, Camposanpiero, Curtarolo, Limena (Parte sx del Brenta), Loreggia, Massanzago, Noventa Padovana, Padova, Salzano, Piove di Sacco, S. Maria di Sala, S.G. Delle Pertiche, Scorzè, Giorgio in Bosco, Spinea, S. Giustina in Colle Stra, S. Angelo di Piove, Venezia, Saonara, Vigonovo, Trebaseleghe, Vigodarzere, Vigonza, Villa del Conte, Villanova di C.S.P.

I vini della Doc “Riviera del Brenta” viene prodotto nelle tipologie Bianco (anche in versione Frizzante), Rosso (anche in versione Rosato e Novello), Spumante, Merlot, Cabernet (da Cabernet Franc e/o Cabernet Sauvignon e/o Carmenèrè – anche in versione Riserva), Raboso (da Raboso Piave e/o Raboso Veronese – anche in versione Riserva), Refosco dal peduncolo rosso o semplicemente Refosco (anche in versione Riserva), Pinot Bianco (anche in versione Spumante e Frizzante); Pinot Grigio; Chardonnay (anche in versione Spumante e Frizzante), Tocai (da Tocai Friulano).

 Vitigno

Bianco, Frizzante: min. 50% Friulano + Pinot Bianco e/o Pinot Grigio e/o Chardonnay max. 50%; con menzione del vitigno bianchi: Pinot Bianco (anche Frizzante, Spumante), Pinot Grigio, Chardonnay (anche Frizzante, Spumante), Tai: ciascuno min. 85% + vitigni a bacca bianca racc. e/o aut. per le province di Padova e Venezia max. 15%; Spumante: min. 60% Chardonnay, max. 40% Pinot Bianco e/o Ppinot Grigio e/o Chardonnay e/o Friulano; Rosato, Rosso, Novello: min. 50% Merlot, max. 50% Raboso (Piave e/o Veronese) e/o Cabernet Franc e/o Cabernet Sauvignon e/o Carmenère e/o Refosco; con menzione del vitigno rossi: Merlot, Cabernet (Franc e/o Sauvignon e/o Carmenère) anche Riserva, Raboso (Piave e/o Veronese) anche Riserva, Refosco anche Riserva ciascuno min. 85% + vitigni a bacca rossa racc. e/o aut. per le province di Padova e Venezia max. 15%.

 Caratteristiche

Aspetto

Il Riviera del Brenta doc nelle tipologie dei Bianchi si presenta con colore giallo paglierino più o meno intenso. Le tipologie Spumante hanno spuma vivace, fine e colore giallo paglierino, brillante. Le tipologie Frizzante presentano colore giallo paglierino, brillante, e spuma vivace e persistente. Il Riviera del Brenta doc nelle tipologie dei Rossi presenta colore rosso rubino tendente al granato se invecchiato.

Profumo

L'odore delle tipologie dei Bianchi del Riviera del Brenta doc è vinoso, con gradevole profumo caratteristico. Quello delle tipologie Spumante e Frizzante è gradevole, delicato con caratteristiche di fruttato. Infine le tipologie dei Rossi del Riviera del Brenta presentano odore vinoso, intenso, delicato, etereo e gradevole se invecchiato.

Gusto

In bocca i Bianchi del Riviera del Brenta Doc risultano di sapore asciutto o amabile, sapido, vellutato, il Frizzante è di sapore secco o amabile, fruttato, fresco, i Rossi hanno sapore asciutto o abboccato, sapido, di corpo, giustamente tannico.

Gradazione

La gradazione alcolica minima prevista dal disciplinare per le tipologie dei Bianchi è pari al 10,50% vol, 11,50% vol per la versione Spumante. Quella minima prevista per i Rossi è di 11,50% vol (12,50% vol per la Riserva).

 Età ottimale

I vini Riserva del Brenta Cabernet, Raboso, e Refosco dal peduncolo rosso, possono essere designati con la menzione "Riserva", solo qualora siano sottoposti ad un periodo di invecchiamento di almeno 2 anni, di cui almeno 6 mesi in botte di legno, con decorrenza dal 1° novembre dell'annata della vendemmia.

 
 

 Zona di produzione

 Tipologie

  • Riviera del Brenta Bianco (anche in versione Frizzante)
  • Riviera del Brenta Rosso (anche in versione Rosato e Novello)
  • Riviera del Brenta Spumante
  • Riviera del Brenta Merlot
  • Riviera del Brenta Cabernet (anche in versione Riserva)
  • Riviera del Brenta Raboso (anche in versione Riserva)
  • Riviera del Brenta Refosco dal peduncolo rosso o semplicemente Refosco (anche in versione Riserva)
  • Riviera del Brenta Pinot Bianco (anche in versione Spumante e Frizzante)
  • Riviera del Brenta Pinot Grigio
  • Riviera del Brenta Chardonnay (anche in versione Spumante e Frizzante)
  • Riviera del Brenta Tocai

 Calice e servizio

Le tipologie dei Bianchi del Riviera del Brenta Doc vanno serviti in calici a tulipano svasato a una temperatura di 8-10°C, i Rossi vanno degustati in calici bordolesi a una temperatura di 16-18°C.

 

 

 

 Abbinamento con i cibi

I Bianchi del Riviera del Brenta Doc si abbinano a preparazioni poco strutturate come antipasti e primi piatti della cucina di mare poco salsati, primi piatti al sugo bianco di pesce e verdure, pesce bollito con maionese. I Rossi del Riviera del Brenta Doc si abbinano ad arrosti di carni bianche e rosse, grigliate miste, pollo e coniglio alla cacciatora, salumi cotti con legumi stufati.