Prosecco

Il Prosecco DOC non va confuso con il Prosecco di Conegliano Valdobbiadene DOCG. Sembra che quello che oggi chiamiamo Prosecco non sia altro che l’erede naturale del più vecchio Puxinum (il Pucino), di cui Plinio parla nella sua Naturalis Historia, descrivendolo come il nettare fra i preferiti di Livia, la moglie dell’imperatore Augusto. La prima traccia documentale in Veneto del tanto amato Prosecco si trova ne Il Roccolo Ditirambo di Valeriano Canati nel quale l’autore condivide il desiderio di “immolarsi il becco con il melaromatico Prosecco”.

Per riscuotere fama internazionale il Prosecco deve attendere gli anni Novanta del secolo scorso, quando gli viene riconosciuto il titolo di IGT (Indicazione Geografica Tipica) al quale è seguito il titolo di DOC ricevuto nel vicino 2009. Oggi bevanda apprezzatissima accompagna con stile piatti di pesce, antipasti ed è il re incontrastato dell’aperitivo. D’altronde non c’è niente di meglio per dare il benvenuto al week end, che sorseggiare del Prosecco in compagnia di buoni amici.

La zona di produzione del Prosecco Doc comprende, nella Regione Veneto, l'intero territorio delle province di Belluno, Padova, Treviso, Venezia e Vicenza; nella Regione Friuli-Venezia Giulia l'intero territorio delle province di Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine. Viene prodotto anche nelle tipologie Spumante e Frizzante.

 Vitigno

Anche Frizzante, Spumante: Glera 85%, possono concorrere, in ambito aziendale, Verdiso e/o Bianchetta trevigiana e/o Perera e/o Glera lunga e/o Chardonnay e/o Pinot bianco e/o Pinot grigio e/o Pinot nero (vinificato in bianco) max. 15%.

 Caratteristiche

Aspetto

Il vino Prosecco Doc, nelle versioni Spumante e Frizzante, è tipicamente secco, con un profilo sensoriale dal colore giallo paglierino brillante con perlage fine, in equilibrio con la persistenza della spuma.

Profumo

All’olfatto, il vino è caratterizzato da spiccate note floreali (fiori bianchi) e fruttate (mela, pera, frutta esotica e agrumi) che esprimono eleganza e finezza.

Gusto

Al gusto, presenta un equilibrio tra le componenti zuccherina ed acidica, che unite alla sapidità conferiscono note di freschezza, morbidezza e vivacità al palato.

Gradazione

La gradazione minima prevista è di 10,50% vol; 11,00% vol per lo Spumante.

 Età ottimale

-

 
 

 Zona di produzione

 Tipologie

  • Prosecco Tranquillo
  • Prosecco Frizzante
  • Prosecco Spumante

 Calice e servizio

Va degustato in calice di cristallo alla temperatura di  8 °C.

 

 

 

 

 Abbinamento con i cibi

Ideale nelle occasioni di brindisi e negli aperitivi, o con piatti a base di pesce ed antipasti.