Strada del Recioto e dei Vini di Gambellara

Sono quattro i comuni della Strada del Recioto e dei Vini di Gambellara: Gambellara, Montebello Vicentino, Montorso e Zermeghedo, quattro paesi immersi nei colli vicentini, tra il verde delle vigne.

Montebello Vicentino, paese di origine preromanica, offre numerose curiosità e luoghi da visitare, come il Palazzo Comunale con la loggia risalente al 1677. La chiesa della Vergine Assunta, originariamente eretta nel IX secolo, conserva al suo interno una scultura lignea del ’400 raffigurante una Madonna, oltre che a dipinti del Maganza e di Girolamo Ciesa.

 

A Montorso si può ammirare la Villa da Porto Barbaran, un tempo tra le più sfarzose ville del vicentino, ricostruita tra la fine del Quattrocento e l'inizio del Seicento. Fu dimora di Luigi Da Porto, autore della novella da cui prese ispirazione Shakespeare per il suo Giulietta e Romeo. Merita una visita anche la Chiesa di San Marcello, eretta sopra il colle di Bellimadore nel secolo XV-XVI. Infine, la Chiesa di San Giorgio risalente al 1500 e l'obelisco di Sorio, eretto nel 1868 per ricordare la omonima battaglia del 1848, sono i due monumenti principali di Gambellara, piccolo centro risalente all'epoca longobarda.

Molte sono le escursioni da fare a piedi, in bicicletta o a cavallo, come il Sentiero Natura San Marcello a Montorso, un'escursione semplice, adatta a tutti, che alterna tratti con ampie vedute panoramiche a piccoli tratti immersi nel bosco. Qui è anche possibile ammirare le rocce vulcaniche basaltiche, conosciute anche come il “sasso moro”.

A Gambellara, poco prima dell'abitato, un affioramento di scure rocce vulcaniche annuncia l'ultima sosta: a piedi si sale sulla collinetta dove sorge l'obelisco di Sorio. Il monumento si riferisce alla battaglia tra l'esercito austriaco e una formazione di volontari che viene ricordata come la scintilla degli eventi del 1848.