Insalata di Lusia Igp

L’Insalata di Lusia Igp è l’unica lattuga con marchio europeo in tutto il panorama dei prodotti tipici comunitari e nazionali. Essa appartiene alla famiglia Asteracee Lactuca Sativa e si presenta nelle seguenti varietà: “Lattuga cappuccio”, con cespi di forma tondeggiante, con foglie grandi, carnose e lisce, che si sovrappongono le une sulle altre, chiudendosi attorno al nucleo centrale; “Lattuga gentile”, bianca o rossa, simile nella forma al cappuccio, ma con un cuore più aperto; “Lattuga Brasiliana”,  di forma globosa  con foglie grandi, dai margini increspati di colore verde, avvolte le une sulle altre, come a formare una palla voluminosa, compatta e pesante. Questa varietà si distingue particolarmente dalle altre per le foglie molto croccanti; “Lattuga Romana”, di aspetto ovale, con foglie allungate e con margine liscio, di colore verde intenso; “Lattuga Batavia”, a forma ovale, con grandi foglie di colore rosso brillante, con margine ondulato e unite in modo stretto attorno alla parte centrale, lasciandola però semiaperta.

Necessita di terreni a medio impasto, ricchi di sostanza organica e con buona capacità di ritenzione idrica. L’impianto viene effettuato tramite semina diretta o a trapianto, con piantine provenienti da vivai specializzati o allevate in azienda. Importanti sono le cure colturali, che consistono in concimazioni ed irrigazioni adeguate al fabbisogno dei terreni e in un attento controllo delle erbe infestanti che possono compromettere il raccolto. L’epoca di semina, così come quella di raccolta, differisce a seconda delle varietà, che tuttavia sono alternativamente presenti nel mercato durante tutto l’anno. La commercializzazione dell’insalata di “Lusia” ai fini dell’immissione al consumo, può essere effettuata solo con apposito confezionamento, in plastica, legno o cartone, che consenta di apporre un eventuale specifico contrassegno.