Ciliegia di Marostica Igp

Risale alla prima metà del ‘400 un documento che testimonia della produzione della ciliegia nella celebre città della partita a scacchi. In questa zona e nell’economia agricola del territorio la coltivazione della ciliegia ricopre, infatti, un’importanza notevole. Già nei primi anni ’50 esisteva a Mason Vicentino un mercato delle ciliegie. Lì si accoglievano tutte le ciliegie del territorio comunale e dei comuni limitrofi. La produzione della ciliegia di Marostica avviene quasi esclusivamente in zona collinare su terreni fertili e ricchi, che consentono di ottenere un prodotto dolce e gustoso. La “Ciliegia di Marostica IGP” presenta forma cuoriforme, è munita di peduncolo e ha un calibro compreso tra i 21 e i 30 mm. È caratterizzata da una buccia e una polpa mediamente soda, di colore variabile dal rosa al rosso scuro, succosa, dal gusto pieno, dolce e molto gradevole. È un frutto prezioso da un punto di vista nutritivo e salutistico. È ricca di sali minerali (potassio, fosforo, calcio, magnesio, manganese, rame e zinco), di vitamine (in particolare la A e la C) di polifenoli, e di zuccheri ben tollerati anche dai diabetici.

Viene prodotta in provincia di Vicenza nei comuni di: Salcedo, Fara Vicentino, Breganze, Mason, Molvena; Pianezze, Marostica, Bassano, limitatamente al territorio che si estende alla destra orografica del fiume Brenta ed infine in parte del territorio del comune di Schiavon.

La denominazione "Ciliegia di Marostica IGP" è stata registrata con Regolamento (CE) n. 245 del 08/02/2002.