Arcole

L'Arcole è un vino Doc rosso e bianco delle province di Verona e Vicenza. La zona di produzione interessa, in provincia di Verona, l'intero territorio dei comuni di Arcole, Cologna Veneta, Albaredo d'Adige, Zimella, Veronella, Zevio, Belfiore d'Adige e parte di quelli di Caldiero, San Bonifacio, Soave, Colognola ai Colli, Monteforte d'Alpone, Lavagno, Pressana, Roveredo di Guà e San Martino Buon Albergo; in provincia di Vicenza i comuni di Lonigo, Sarego, Alonte, Orgiano e Sossano, per l'intera superficie comunale. La diffusione della vite in tutto l'Est veronese iniziò grazie ai romani, la zona era nota per la coltivazione della vite retica. Verso l'anno mille, la zona di maggiore interesse vinicolo era l'abbazia di Villanova dove i monaci coltivavano le viti. Un documento del 1562 comprova che nel monastero si contavano "150 campi vignati condotti a possesso" e altri campi in Arcole per un totale di 579 campi. Il territorio è uniforme e pianeggiante nella zona sud occidentale mentre la zona collinare si trova ad oriente verso i Monti Berici. I terreni di pianura sono generalmente sabbioso-argillosi e ricchi di dossi e terrazzamenti. La zona collinare invece è molto varia; da rossa e argillosa a bianca calcarea, friabile, sassoso e arido. L'Arcole Doc è prodotto nelle versioni Bianco, Frizzante, Spumante, Passito, Garganega, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Sauvignon, Chardonnay (anche frizzante), Rosato, Rosso (anche Riserva), Nero, Frizzante, Novello, Rosso Cabernet, Rosso Cabernet Sauvignon. La vinificazione delle uve destinate alla produzione dell'Arcole Nero può avvenire solo dopo un appassimento naturale di almeno 30 giorni. La resa massima dell'uva in vino per ottenere l'Arcole Nero non deve essere superiore al 45%; la specificazione vendemmia tardiva è riservata esclusivamente al vino Arcole Garganega prodotto con le uve raccolte dopo l'estate di S. Martino (11 novembre).

 Vitigno

Arcole Garganega, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Chardonnay, Sauvignon, Merlot, Cabernet Sauvignon, Cabernet: almeno 85% vitigni corrispondenti; fino al 15% uve di altri vitigni di colore analogo. Arcole Bianco: almeno 50% Garganega, fino al 50% altre varietà a bacca bianca. Arcole Rosso, Rosato, Nero: almeno 50% Merlot, fino al 50% altre varietà a bacca rossa.

 Caratteristiche

Aspetto

L'Arcole Bianco Doc si presenta di colore giallo paglierino, a volte tendente al verdognolo. La versione Rosso ha colore rosso rubino, odore vinoso, intenso e delicato. L'Arcole Merlot Doc ha colore rosso rubino se giovane, tendente al granato se invecchiato.

Profumo

L'Arcole Bianco Doc ha odore vinoso, con caratteristico profumo intenso e delicato. La versione Rosso ha odore vinoso, intenso e delicato. L'Arcole Merlot Doc ha odore vinoso, piuttosto intenso, gradevole, caratteristico.

Gusto

L'Arcole Bianco Doc ha sapore asciutto, di medio corpo, armonico e leggermente amarognolo. La versione Rosso ha sapore asciutto, di medio corpo e armonico. L'Arcole Merlot Doc ha sapore asciutto, leggermente amarognolo.

Gradazione

La gradazione minima prevista dell'Arcole Bianco Doc è di 10,50% vol, quella del Rosso è di 11,00% vol, quella dell'Arcole Merlot Doc è di 11,50% vol.

Età ottimale

I vini delle tipologie Arcole Nero, Arcole Passito e Arcole Vendemmia Tardiva non possono essere immessi al consumo prima del 1° novembre dell'anno successivo alla vendemmia. L'affinamento deve essere di almeno 3 mesi in botti di legno.

 

 

 Zona di produzione

 Tipologie

  • Arcole Bianco
  • Arcole Frizzante
  • Arcole Spumante
  • Arcole Passito
  • Arcole Garganega
  • Arcole Pinot Bianco
  • Arcole Pinot Grigio
  • Arcole Sauvignon
  • Arcole Chardonnay (anche frizzante)
  • Arcole Rosato
  • Arcole Rosso (anche Riserva)
  • Arcole Nero
  • Arcole Frizzante
  • Arcole Novello
  • Arcole Merlot
  • Arcole Rosso Cabernet
  • Arcole Rosso Cabernet Sauvignon.

 Calice e servizio

L'Arcole Doc Bianco va servito in calici di media capacità a tulipano svasato, a temperatura di 8-10°C. L'Arcole Doc Rosso e il Merlot vanno serviti in calici bordolesi a una temperatura di 16-18°C.

 

 

 

 

 

 Abbinamento con i cibi

L'Arcole Doc Bianco va degustato con formaggi come il Piave fresco, prosciutto veneto, insalata con gamberi, risotto al nero di seppia e baccalà alla vicentina. L'Arcole Doc Rosso e il Merlot si abbinano a prosciutto veneto, soppressa, Asiago, Piave, risotto con le quaglie, piccione allo spiedo.