Aglio Bianco Polesano Dop

L’aglio è una pianta coltivata da tempi antichissimi, che ha trovato impieghi sia in cucina per le sue proprietà organolettiche, sia in medicina per la sua capacità di combattere malattie ed infezioni. L’Aglio Bianco Polesano DOP è un ortaggio tipico del Veneto. La sua coltivazione vanta una lunga tradizione che risale agli inizi dell’Ottocento, anche se in realtà i primi accenni di tale coltura risalgono ai Romani. Nel corso degli anni la sua importanza per l’economia del polesine è cresciuta notevolmente tanto che oggi nella zona si produce circa il 90% dell’aglio veneto e il 60% del prodotto nazionale. Per questo motivo l’aglio viene anche chiamato l’oro bianco del Polesine. La zona di produzione comprende diversi comuni del Polesine (Provincia di Rovigo). È un ortaggio a bulbo della specie Allium sativum L., nell’ecotipo locale bianco polesano e nella varietà Avorio, che si contraddistingue per il colore bianco lucente, la forma del bulbo, l’elevata resa in sostanza secca che lo rende ben conservabile, e il particolare profilo aromatico, che risulta meno pungente e più persistente, con note gradevoli di erba tagliata di fresco o dolce fruttato. La preparazione del prodotto viene fatta in trecce di almeno 12-24 bulbi unicamente per il prodotto secco o semisecco. Gli agli presentati in trecce devono essere intrecciati con il loro stesso stelo e legati con spago, rafia o altro materiale idoneo.